Medtronic utilizza dei cookies sui suoi siti web. I cookies sono file di testo che vengono installati nei file del browser del computer dell'utente quando questi visita il sito e possono essere memorizzati sul disco fisso. Le informazioni che raccogliamo con i cookies sono informazioni non personali. L'utente può sempre rifiutare i nostri cookies se il suo browser lo consente ma, in tal caso, alcune parti del nostro sito web potrebbero non funzionare correttamente. I cookies vengono utilizzati per generare statistiche di accesso e navigazione. Maggiori informazioni
Accetto i termini e le condizioni d’uso dei Cookies.

SCATTA. UTILIZZA.CONDIVIDI

L’applicazione intelligente per i pazienti Medtronic

PHOTOCARB
L’APPLICAZIONE CHE RICONOSCE AUTOMATICAMENTE I PIATTI FOTOGRAFATI E RESTITUISCE VALORI NUTRIZIONALI DEGLI ALIMENTI E DIARIO FOTOGRAFICO

IBM WATSON È LA MENTE DI PHOTOCARB.

Come esseri umani, la maggior parte di noi vive il mondo attraverso i propri occhi.

Siamo esperti nell'interpretare istantaneamente informazioni visive in un linguaggio comune che possiamo condividere e comprendere. E se un computer potesse fare la stessa cosa? E se un computer potesse “vedere”?

Non solo, come esseri umani, passiamo la nostra vita ad imparare e alcuni di noi diventano esperti in particolari materie. Come esseri umani impariamo. E se potessimo insegnare ad un computer a fare lo stesso?

PHOTOCARB COMPRENDE, RAGIONA, IMPARA E REAGISCE

Un sistema di intelligenza artificiale si caratterizza per la capacità di eseguire compiti semplici e ripetitivi in un campo molto ristretto in cui è stata addestrato, compiti che normalmente sono svolti dagli uomini.

Comprende, ragiona, impara e reagisce: questo è possibile solo se il sistema ha a sua disposizione un numero elevato di informazioni.

L’INPUT FORNITO ALL’APPLICAZIONE E’ LA FOTOGRAFIA

In particolare, l'intelligenza Artificiale di IBM Watson è alla base dell'applicazione. PhotoCarb è stata addestrata a riconoscere le foto di 150 categorie di pietanze per aiutare a calcolare i carboidrati e gli altri nutrienti in essi contenuti.
 L’input fornito all’applicazione è la fotografia di una pietanza che l’utente sta per consumare, come ad esempio un piatto di pasta al pomodoro.

La fotografia, scattata sul momento o caricata direttamente dalla galleria foto del proprio telefonino, viene «letta» dall’applicazione la quale ricerca nella sua «mente», tra i piatti che ha imparato a riconoscere nel tempo, l’«etichetta» che reputa più opportuno attribuire al piatto in oggetto

PHOTOCARB RIPRODUCE LO STESSO PROCESSO DI LETTURA E RICONOSCIMENTO DEGLI ESSERI UMANI

Viene riprodotto dunque lo stesso processo di lettura e riconoscimento (attribuzione ad una “categoria”) umano basato sulla propria conoscenza: l’intelligenza artificiale di IBM Watson di PhotoCarb riconosce il numero di classi di piatti alimentari che gli sono state insegnate inizialmente attraverso la somministrazione di 25000 immagini organizzate per classe.

Via via che viene utilizzata, impara a riconoscere un piatto anche in “diverse forme” sulla base delle abitudini alimentari degli utenti, così come nuovi piatti da classificare nella propria “mente” per essere in grado di riconoscerli sempre meglio in futuro.

IBM WATSON HA IL POTENZIALE DI TRASFORMARE UN NUMERO ELEVATO DI IMMAGINI IN INFORMAZIONI ORGANIZZATE.

L’intelligenza artificiale di PhotoCarb trasforma dunque dati non strutturati in vantaggi di intelligenza diventando un valido aiuto per le persone che necessitano di controllare e condividere visivamente la quantità dei carboidrati, grassi e proteine che assumono quotidianamente.

INVIACI IL TUO FEEDBACK